10/11/2014

19 saggi di Adriano Aprà, Paolo Bertinetti, Gabriella Bosco, Roberto Chiesi, Goffredo Fofi, Emanuela Martini, Paolo Mereghetti, Emiliano Morreale, Gianni Rondolino, Sergio Toffetti, Dario Tomasi, Gianni Volpi a proposito di corti e di grandi autori del '900.

Jean Genet, Jean-Luc Godard, Henri-Georges Clouzot, Roman Polanski, Agnès Varda, Antonioni e Zurlini, Federico Fellini, i film Dada, Vladimir Majakovskij, Jean Renoir, Jean Vigo, Samuel Beckett, Pier Paolo Pasolini, Martin Scorsese, Otar Iosseliani, la British Renaissance, Yukio Mishima, Jacques Tati

Si fa presto a dire “classico”, ma questi corti sono davvero dei classici, cioè destinati a “insegnare” a lungo per forza di visione, discorso, stile. Soddisfano un bisogno di cinema, corto o lungo che sia. Oltre tutti i demoni della teoria, giocano sul piacere della visione e sul piacere della riflessione. Si tratta di esperienze creative che prendono, come spesso accade con i corti, strade insolite e soprattutto mostrano che, dentro il cinema, esiste tutto un territorio ancora da scandagliare, quello del "fuori formato", ricco di opere originali da scoprire, di cose curiose da riproporre. 

Scarica File:
InBreve

About

Il Centro Nazionale del Cortometraggio è un progetto dell’ AIACE (Associazione Italiana Amici Cinema d'Essai) Nazionale , realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema . È sostenuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo , dalla Regione Piemonte e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino . Nato nel 2007 come cineteca e agenzia di promozione del cortometraggio italiano , ha recuperato e digitalizzato oltre...

Maggiori Informazioni